Insegne e Giocattoli d'epoca :

  Un pezzo di storia...
Nei centri storici delle nostre città e dei nostri paesi capita ancora spesso di imbattersi in splendide "Devanture" in ghisa o legno, accurate vetrine che, tra il 800 e il 900 ornavano sontuosamente le entrate dei negozi di prestigio sistemate nel portainsegna.
Noi siamo in grado di recuperare, integrare o rifare questi pezzi di storia del commercio delle nostre città e riportarle all'antico splendore.


 


 
Storia dei giocattoli,
segue da vicino lo sviluppo della società umana. I primi giocattoli furono costruiti, come i primi utensili, con pietra, legno, o argilla. Fra gli oggetti ritrovati nei siti archeologici a cui si attribuisce funzione di giocattolo, compaiono soprattutto (ma non solo) rappresentazioni in miniatura di persone (bambole e soldatini), animali, o strumenti usati dagli adulti. Nell'Antico Egitto esistevano bambole fatte di pietra, porcellana o legno, con capelli finti e arti snodabili.
Nell'Antica Roma, le bambine giocavano con bambole di cera o terra cotta, e i bambini giocavano con archi e frecce finti.

Medioevo europeo
Dato che la maggior parte dei giocattoli durante il medioevo era in argilla, legno o cera, i giocattoli di questo periodo difficilmente resistevano ai secoli, e non è facile trovarne esemplari ancora intatti. La maggior parte degli storici ritiene che la prima produzione commerciale sia cominciata in Germania, nel XV secolo.
La città tedesca di Nuremberg si specializzò nella produzione, specialmente nella produzione delle bambole. I tipici giochi tedeschi includevano sonagli e giocattoli con le ruote per i bambini più piccoli.
Anche giochi musicali come i flauti erano comuni. Gli adolescenti giocavano con trottole, di solito grandi e di legno, o di argilla, o con grandi cerchi, sul tipo degli hula hoop. Soldatini, cavalli a dondolo e altri giocattoli d'ispirazione militare, come spade di legno e scudi, erano usati per l'apprendimento degli aspiranti cavalieri .
Bambole con costose vesti erano sovente adoperate dai governanti come doni per altre donne di stirpe regale. Le bambole di pezza, invece, erano prevalenti tra la gente comune.

La nostra ditta recupera questi gioccattoli e li fa tornare in vita.

Guarda il nostro curriculum

Piazza Calderini 3 - 13019 Varallo Sesia (VC)
cell 349-2839364
cell 347-4824033 fax 0163 51811
e-mail lucieombresnc@yahoo.it